SANTI LUCCHESI
LUCCA e le vie dei santi 2012

Santa Gemma Galgani, vergine, 1878 - 1903.



Saluto dell'Arcivescovo

E' bello ripensare ai Santi e alle loro "storie" di santità, in particolare ai nostri Santi, uomini e donne che hanno attraversato la storia della nostra città e della nostra terra, sia che vi siano nati, sia che vi siano stati condotti dalle tante vie della provvidenza! e proprio ripensarli legati ad un territorio e ad una vita fatta di incontri, vicende, lavoro, passione, ce li rende più vicini e li ricolloca nella loro "missione": essere testimoni visibili e credibili che si può vivere da cristiani, semplicemente e felicemente; essere testimoni da imitare, compagni di "viaggio" nel comune pellegrinaggio della vita e della ricerca di dio.

Le vie dei Santi. un viaggio tra cultura, fede e turismo riguarda le vite dei Santi lucchesi che sono stati e sono ancora oggi simbolo della città sia per i lucchesi che per le persone che si recano a lucca in pellegrinaggio: Santa gemma, Santa Zita, San Frediano, San Paolino. oltre a questi sono presenti anche le Beate elena guerra, Maria domenica Brun Barbantini, il Beato angelo orsucci, Sant'anselmo da Baggio, San giovanni leonardi, Sant'antonio Maria Pucci, San davino armeno, il Beato Corrado Vescovo di lucca, San teodoro, San Regolo, Santa Reparata... insomma Santi che sono stati legati alla vita della città di lucca anche se non vi sono nati.

E - non certo come conclusione di questo elenco, ma per evidenziarne l'impronta di spirito di santità che ha infuso e generato nella popolazione e nei fedeli da sempre - ricordo l'icona del Volto Santo, il Crocifisso che da secoli guarda e ama la nostra terra, tanto da esserne diventato il simbolo ed il vanto. Questo volumetto diventa così un buon "amico" che, in maniera sin- tetica, offre alcune informazioni sulla vita e sui luoghi dei vari Santi, in modo da curare e rinnovare una memoria importantissima per la nostra storia e per la nostra fede, memoria che, spesso viene dimenticata o addirittura non è consegnata alle generazioni più giovani. la riscoperta di lucca come terra di santità, e quindi anche come possibile meta di pellegrinaggio, è un'opportunità che interessa in primo luogo la fede, ma che ha importanti risvolti dal punto di vista storico e culturale e non indifferenti ricadute turistiche e di crescita anche economica.

Mi pare importante che il Comune di Lucca, e la nostra diocesi, l'associazione terzo Millennio ciascuno per il proprio specifico ambito di competenza, si siano trovati, da qualche anno, concordi nel proporre a quanti operano nel settore e non solo questa occasione di riflessione su un tema di tale rilevanza. la mia gratitudine ai curatori di questa pubblicazione così come a tutti coloro che hanno dato vita all'iniziativa "le vie dei Santi. un viaggio tra cultura, fede e turismo" con l'augurio di una diffusione positiva.

Italo Castellani - Arcivescovo di Lucca



MARTIROLOGIO DELLA CHIESA DI LUCCA


Sant'antonio Maria Pucci, religioso e sacerdote, 1819 - 1892. Dal greco Antìonos, "nato prima", oppure, da anthos, "fiore". Memoria in diocesi - Festa nella basilica di Sant'Andrea a Viareggio.


San riccardo, re e pellegrino, VII sec. dal germanico Richart, "potente, ricco". Memoria nella basilica di San Frediano.


Santa Zita,vergine 1218 - 1278. dal persiano "vergine", da cui il diminuitivo popolare di "zittella". Memoria in diocesi. Festa nella basilica di San Frediano in Lucca e nel Piviere di Monsagrati Pescaglia.


Sezione in fase di allestimento...